Corso di Anatomia Artistica

STUDIO DEL CORPO UMANO IN MOVIMENTO – AZIONI NARRATIVE
CARLO MAURO, ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BOLOGNA

Dal 1990 sono Docente alla Cattedra di “Anatomia Artistica” presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Il mio insegnamento unisce le basi accademiche dell’anatomia artistica a un incrocio culturale più complesso e inedito con altre discipline visive e linguaggi creativi attuali vicini alle sensibilità degli studenti di oggi: il fumetto, l’illustrazione, il cinema e in particolare l’arte dell’animazione.

La rappresentazione nell’arte del corpo umano continua a essere di principale importanza sia che si manifesti nella continuità della tradizione che nelle esperienze della ricerca contemporanea. La conoscenza del disegno è alla base del mio progetto didattico che ha l’obiettivo di indirizzare le abilità grafiche dei giovani disegnatori verso differenti ambiti artistici.

Carlo_Mauro-Anatomia_Movimento.jpg

Carlo Mauro, Lezione di Anatomia Artistica, Accademia di Belle Arti, 2015

Nella formazione grafica dei giovani disegnatori le metodologie tradizionali non sono l’unico riferimento: chiedo ai miei studenti di abbandonare il cavalletto e ridurre i tempi della visione delle pose nel modello umano per creare un disegno incompleto, non finito, solo abbozzato velocemente, nel quale sono visibili le linee di costruzione, come una gabbia che contenga l’oggetto della visione.
Le pose, sempre diverse e molto rapide, proposte in successione, vengono costruite via via utilizzando molteplici schemi narrativi. In questo modo gli studenti ricominciano ogni volta il proprio disegno, in un impegnativo esercizio che porta all’evoluzione delle proprie abilità nell’insieme dei disegni realizzati in sequenza.

LEE_MI-KYUNG_Carlo_Mauro.jpg

Disegni di Lee Mi-Kyung

I giovani disegnatori hanno bisogno di affinare lo sguardo per poter tradurre i movimenti in un disegno veloce e preciso, carico delle tensioni e delle possibilità espressive contenute nella posa proposta. Le pose spesso mettono in scena realtà quotidiane, le varietà dei gesti di tutti i giorni, altre volte si affrontano serie di pose narrative, nelle quali i movimenti descritti si allontanano dalle azioni normali, per comporre racconti metaforici sospesi nel tempo.

Carlo_Mauro-lezione_Anatomia

Carlo Mauro, Accademia di Belle Arti di Bologna, 1998

Ogni sessione di disegno comprende dodici pose, divise in due tempi. La modella è in posa davanti a scenografie bidimensionali da inserire nell’esercizio grafico, insieme a sagome di animali o vari oggetti reali che interagiscono, contestualizzando i movimenti della figura e l’ambiente nel quale si svolge l’azione del racconto proposto in successione. Tutta la lezione è accompagnata da una colonna sonora secondo i temi delle azioni costruite.

 

BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO

“Anatomia per gli Artisti”, Angelo Morelli, Giovanni Morelli
Questo testo invita gli studenti alla conoscenza delle parti anatomiche fondamentali per una corretta interpretazione grafica della figura umana e ne sollecita l’immaginazione per la ricchezza delle descrizioni.